Ago
05
ANELANTE di Mastrella e Rezza, Leoni d’oro per il teatro ‘18, a Operafestival. Bassano. 7/8

1-anelante

7 agosto 2018

ANELANTE
di Flavia Mastrella e Antonio Rezza

con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista, Manolo Muoio, Chiara Perrini, Enzo di Norscia
(mai) scritto da Antonio Rezza
un Habitat di Flavia Mastrella
collaborazione all’ispirazione Massimo Camilli
disegno luci Mattia Vigo
rielaborato da Daria Grispino
organizzazione Stefania Salterelli
macchinista Andrea Zanarini
una produzione RezzaMastrella - Fondazione Teatro Piemonte Europa - TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello

Leoni d’oro per il teatro 2018, e leoni nello spazio teatrale – habitat, come lo chiamano loro – che la visionarietà di Mastrella ogni volta sa creare; un circo in cui il corpo logorroico e le parole acrobatiche di Rezza ci trascinano. Questa volta gli interpreti sono cinque: si sovrastano, collaborano, si ignorano, lottano. Così come le parole sono frammenti isolati di un flusso di coscienza, pure i corpi si spezzano: le singole parti si rivelano burattini autonomi, anche grazie alla scena-teatrino (s)componibile che incessantemente muta sotto i nostri occhi. L’habitat prende una forma, per subito scomporsi in un’altra, ed è parte attiva nel confronto tra corpi e parole. Per tutta la durata, Anelante è un vortice di ossessioni freudiane e nevrosi acrobatiche; di rimossi del contemporaneo che ritornano e si piazzano al centro della scena; un flusso di associazioni libere che ci racconta qualcosa, anche di noi, se accettiamo di armarci dello sguardo che gli autori ci suggeriscono, non ci impongono. Se ci fidiamo di loro, l’anarchia degli autori diviene la nostra, e lasciando la sala ci scopriamo padroni di scegliere come e se ricomporre quello che abbiamo visto e ascoltato.

rezza-mastrella “In uno spazio privo di volume, il muro piatto chiude alla vista la carne rituale che esplode e si ribella.
Non c’è dialogo per chi si parla sotto. Un matematico scrive a voce alta, un lettore parla mentre legge e non capisce ciò che legge ma solo ciò che dice. Con la saggezza senile l’adolescente, completamente in contrasto col buon senso, sguazza nel recinto circondato dalle cospirazioni. Spia, senza essere visto, personaggi che in piena vita si lasciano trasportare dagli eventi, perdizione e delirio lungo il muro. Il silenzio della morte contro l’oratoria patologica, un contrasto tra rumori, graffi e parole risonanti. Il suono stravolge il rimasuglio di un concetto e lo depaupera. Spazio alla logorrea, dissenteria della bocca in avaria, scarico intestinale dalla parte meno congeniale”.

Antonio Rezza e Flavia Mastrella


Teatro al Castello “Tito Gobbi”
ore 21.00
Bassano del Grappa

Biglietteria Operaestate Festival
Via Vendramini 35,
Bassano del Grappa
tel. 0424 524214 – 0424 519811

Ufficio Informazioni Operaestate 0424 519819
http://www.operaestate.it/

anelante-rezza

 
TOP NEWS

maria-luisa-runti-telequattro-9-3-2018La giornalista triestina Maria Luisa Runti, ospite alla trasmissione televisiva “Sveglia Trieste” di Telequattro, andata in onda oggi 9 marzo 2018, commenta i risultati delle ultime votazioni politiche.

Guarda su YouTube »

Maria Luisa Runti

Tag
spettacolieventi
paesaggioballetto
pop artnatura
orchestraenglish
intervistepittura
premioarchitettura
recensioni

Cerca TAG

Eliconie su Facebook

Admin area
Traduttore

Advertising

ULTIMI ARTICOLI:
Advertising