Nov
11
Copenaghen apre Teatro Contatto a Udine e Stagione Pasolini a Cervignano. 14/11

copenhagen-teatro-contatto

14 - 19 novembre

Copenaghen, l’avvincente e celebre spettacolo storico-scientifico inaugura, a diciotto anni dalla prima versione italiana, prodotta dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, la Stagione Teatro Contatto 36 in scena al Teatro Palamostre di Udine dal 15 novembre al 19 novembre al Teatro Palamostre e la Stagione di prosa del Teatro Pasolini di Cervignano il 14 novembre.
Tre grandi attori del teatro italiano si ritrovano al centro di un inquietante processo a porte chiuse, nel potente disegno drammatico di un serratissimo faccia a faccia. Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice, diretti dal regista Mauro Avogadro, ricompongono, grazie a una nuova co-produzione CSS/Teatro Nazionale di Roma e Compagnia Umberto Orsini, il magistrale trio di attori protagonista dello spettacolo sul rapporto tra etica e scienza scritto dal commediografo britannico Michael Frayn, divenuto ormai un classico contemporaneo del teatro europeo.
Il ritorno a Udine di Copenaghen è accompagnato dallo scorso ottobre da un ampio progetto su scienza e etica Retroscena atomici, realizzato e ideato dal CSS e dall’Università degli Studi di Udine, con il sostegno della Fondazione Friuli, con convegni, incontri e giochi scientifici aperti alla partecipazione del pubblico. Venerdì 17 novembre alle ore 18 al Palamostre di Udine, Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice incontrano il pubblico. Coordina l’incontro la prof. Marisa Michelini.
Dal 15 al 19 novembre dalle ore 17.30 alle 19.30, grazie alla collaborazione con la Ludoteca del Comune di Udine, nel foyer del Palamostre, Si gioca a Quantum Race, una corsa di pazze automobili che possono passare attraverso i muri e trovarsi contemporaneamente in più luoghi e domenica 19 novembre dalle 16.30 alle 18 sempre al Palamostre, Si gioca a Wings of Glory, un gioco di simulazione che rievoca i duelli e le missioni aeree della prima e della seconda guerra mondiale.
Prima e dopo Copenaghen, dalle ore 20, si cena al blubar al piano meno uno del Teatro Palamostre grazie alla rinnovata gestione del CinCin.
Una nuova co-produzione riporta in scena in un nuovo tour nazionale, il formidabile duello verbale, su due fronti bellici contrapposti, fra i fisici Niels Bohr e Werner Heisenberg, alla vigilia del devastante uso della bomba atomica.

LOCANDINA
14 novembre, ore 21
Cervignano, Teatro Pasolini

15, 17, 18 novembre, ore 21
16 novembre, ore 17
19 novembre, ore 18
Teatro Contatto 36
Udine, Teatro Palamostre, Sala Pier Paolo Pasolini

1-copenaghen Il 17 novembre, ore 18.00, al Teatro Palamostre, Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice incontrano il pubblico. Coordina l’incontro Marisa Michelini, Presidente GIREP
Retroscena atomici - Scopri gli altri incontri e i giochi attorno allo spettacolo Copenaghen
Quali devono essere i rapporti fra potere politico e scienza? Può il progresso venire condizionato da scelte etiche? Su queste domande cruciali che hanno segnato tutta la storia della scienza si sofferma anche uno straordinario testo teatrale di questi anni, Copenaghen, un’imprescindibile pièce sulla scienza rappresentata ormai, in molteplici allestimenti, in tutto il mondo.
Nella versione italiana, tre grandi interpreti del teatro italiano, Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice, si ritrovano al centro di un inquietante processo a porte chiuse, nel disegno drammatico di un serratissimo faccia a faccia: Copenaghen è infatti una disputa etica e scientifica a tre voci, densa di angoscianti riflessioni e interrogativi alla vigilia del primo devastante uso della bomba atomica.
La vicenda è ambientata nel 1941 proprio nella capitale nordeuropea e ricostruisce l’incontro, in una Danimarca occupata dai nazisti, di due scienziati, entrambi Premi Nobel, un tempo maestro e allievo. Due ex compagni di ricerche costretti dalla guerra a guardarsi come due nemici. L’ebreo danese Niels Bohr e il tedesco Werner Heisenberg (che formulò per primo il “Principio di Indeterminazione”) si ritrovano così imprigionati in un labirinto di domande che stentano a trovare risposta, sommerse come sono da ambiguità e dubbi estenuanti sul rapporto fra potere, scienza e morale.

2-copenaghen

 
TOP NEWS

runti-cover-2016Maria Luisa Runti: Arte e zingara senza frontiere
Pubblichiamo la videointervista fatta alla giornalista Maria Luisa Runti a cura di Guido Roberti e Massimo Petronio, andata in onda su Radioattività. Buon ascolto!

Guarda su YouTube »

Maria Luisa Runti

Tag
spettacolieventi
paesaggioballetto
pop artnatura
orchestraenglish
intervistepittura
premioarchitettura
recensioni

Cerca TAG

Eliconie su Facebook

Admin area
Traduttore

Advertising

ULTIMI ARTICOLI:
Advertising