Lug
23
TOYSSIMI: 100 giocattoli straordinari alla Triennale di Milano

giocattoli

dal 23/7/2015 al 11/9/2015

100 bambini + 100 designer = 100 giocattoli straordinari e anche di piu’. La mostra raccoglie i risultati dei laboratori svoltisi nei reparti pediatrici di diversi ospedali, case-famiglia e scuole. Fino al 2 agosto le foto di Silvia Amodio documentano le attivita’ dell’Associazione Donne per le Donne in Burkina Faso.

Triennale Design Museum presenta negli spazi di TDMEducation - La Balena la mostra Toyssimi, che raccoglie i risultati della collaborazione fra 100 bambini e 100 designer coinvolti nella creazione del giocattolo dei loro sogni nel corso dei laboratori tenuti dalla Scuola Tam Tam in collaborazione con ilVespaio svoltisi nei reparti pediatrici dei diversi ospedali milanesi e di altre città, nelle case-famiglia e nelle scuole.
Ogni designer coinvolto ha riempito una valigia dei materiali più disparati come corda, fil di ferro, mastice, legnetti, tappi di plastica, rifiuti, scarti di produzione ed ha incontrato un bambino con cui ha formato una coppia creativa.

Durante i laboratori sono svaniti i ruoli tradizionali: chi è il maestro? Chi è l’allievo? Chi è il designer? E il bambino?
Nel percorso creativo ogni designer ha lasciato sempre piena libertà e autonomia al bambino. In questo modo la fantasia si è sprigionata senza limiti e ha generato risultati imprevedibili e sorprendenti.
I bambini si sono inventati così un giocattolo fantasmagorico, mirabolante, stupefacente e soprattutto unico.

I 100 giocattoli sono esposti negli spazi della Balena, disegnato da Blumerandfriends e per la prima volta usata come spazio espositivo, corredati da foto e video che raccontano l’intero processo creativo.

In occasione del finissage della mostra, i giocattoli saranno venduti all’asta e il ricavato sarà devoluto a Amani, associazione non profit che da 20 anni si prende cura dei bambini più soli in Kenya e Zambia.

Il progetto nasce da un’idea di Alessandro Guerriero, Sebastiano Ercoli e Alessandro GarlandiniIl de ilVespaio e Linda Ferrari.
Hanno aderito i reparti pediatrici dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini, dell’Ospedale Luigi Sacco e dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi, la Casa Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, l’Ospedale Regina Margherita e CasaOZ di Torino. Si sono tenuti anche laboratori presso la Scuola Dadà di Milano, con l’Istituto Eugenia Ravasco di Pescara, presso una libreria per bambini di Milazzo con o2 Italia e sono in fase organizzativa altri workshop a Messina, Torino e Bologna.

Designer coinvolti
Andrea Alessandri, Andrea Amadio, Enrico Azzimonti, Anna Barbara, Matteo Beraldi, Sara Bianchi e Andrea Zambardi – Atto, Arianna Bionda, Riccardo Blumer, Luisa Bocchietto, Francesca Bonfrate con Gianguido Saracino, Arianna Bordignon e Lucalberto Bordignon, Germana Borzellieri, Alessandra Botto, Andrea Brugnera, Carmen Carlotta, Francesca Casati – C12, Daria Casciani, Piergiorgio Caserini, Stefano Castiglioni, Federico Cavallera, Raffaella Cegna, Fausta Cerizza, Matteo Citterio, Alberto Colzani, Marta Comini, Bernardo Corbellini e Bice Dantona – Internotrentatre Studiocreativo, Claudio Cozzolino, Caterina Crepax con Emanuele Bestetti, Riccardo Curti, Nicoletta De Biasi, Lucia De Monte, Lorenzo De Rosa e Ernesto Iadevaia – Sovrappensiero, Paolo Delponte e Angela Tomasello – UNDUO, Daniela Dente, Marta Di Vincenzo, Anita Donna Bianco, Frida Doveil, Massimo Duroni, Luca Enaia, Stefano Erba, Sebastiano Ercoli, Eva Escoms Estarlich, Alice Evolvi, Francesco Faccin, Simone Fanciullacci e Antonio De Marco – 4P1B Design Studio, Cecilia Felli, Linda Ferrari, Gabriele Fiocco, Pietro Follini, Raffaella Formenti, Maria Fossati, Valeria Francescato e Alessia Pagotto – Sotterranea Officina Sperimentale, Alice Furioso, Galliano Gallo, Alessandro Garlandini, Dario Gaudio, Alberto Ghirardello, Gianluca Giabardo e Livia Rossi – Dossofiorito, Clara Giardina, Marta Giardini, Diego Grandi, Fabio Guida – Mg2 Architetture, Seçil Içke, Susanna Iraci, Vénera Kastrati, Anastasia Kucherova – Stefano Boeri Architetti , Jessica Lagatta, Francesca Lanzavecchia, Dario Lazzaretto, Flavia Lo Surdo, Cristina Lorenzi, Francesca Maccagnan, Gianfranco Maggio e Monica Scardecchia – Studio Pace 10, Abele Malpiedi, Alessandro Marelli, Eliana Maria Lorena , Cristina Mariani, Pierluigi Marzi, Daniela Maurer, Francesca Mezzatesta, Yari Miele, Stefano Mirti, Michela Mombelli, Francesca Morea – Plug Creativity, Tommy Muciaccia, Cinzia Munari, Artun Özguner, Daniele Papuli, Chiara Passigli, Aldo Petillo, Matteo Pont – Boumaka, Lorella Pozzi, Matteo Ragni, Sara Ricciardi, Giovanni Rivolta e Nicoletta Savioni – A4A Design, Fabio Rodaro, Sergio Romeo, Massimo Rosati, Stefano Rucci, Elena Salmistraro, Patrizia Scarzella, Iskra Sguera, Massimo Sirelli, Paolo Spadaccini, Maurizio Splendore, Giulia Stocco, Matteo Suffritti con Anna Rossettini, Sabrina Tajè, Rumiko Takeda, Antonia Teatino, Marco Terranova, Silvio Tidu – Yet Matilde, Raffaella Valsecchi, Nicoletta Veronesi, Valentina Zanardi, Maurizio Zorat.

Toyssimi è organizzata dalla scuola TAM TAM, che ha sede presso i Frigoriferi Milanesi, e dal network di professionisti ilVespaio

TDMEducation
La Balena

Dal 1 maggio 2015 Triennale Design Museum presenta TDMEducation - La Balena, un nuovo spazio permanente dedicato a bambini e ragazzi, su progetto di Blumerandfriends, destinato a ospitare laboratori, mostre, rassegne video, incontri e presentazioni, ma anche dedicato all’intrattenimento dei bambini e dei ragazzi che accompagnano i genitori in visita in Triennale.

TDMEducation è la sezione didattica del Triennale Design Museum, ideata da Silvana Annicchiarico, direttore del museo. Creata nel 2010, si rivolge con TDMKids ai bambini dai 3 ai 10 anni, con l’idea di trasformare la loro visita al Museo in un’esperienza ludica, formativa ed estetica. Sotto la supervisione pedagogica del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, e in collaborazione con designer italiani e internazionali, TDMKids ha ideato specifiche visite interattive e workshop sulla disciplina del design. Inoltre TDMKids ripropone ogni anno una nuova avventura di Frisello, un personaggio appositamente creato per fare da guida giocosa ai piccoli visitatori all’interno del Museo, invitandoli a un dialogo attivo con gli oggetti esposti.
www.triennale.org/it/tdm-kids

TAM TAM
TAM TAM è una scuola di eccellenza
e si occupa di attività visive. È una scuola GRATIS. Suo direttore è Alessandro Guerriero. Nasce da un’idea di Alessandro Guerriero, Alessandro Mendini, Riccardo Dalisi e Giacomo Ghidelli. I suoi Maestri sono importanti e il loro intervento è un dono. Gli spazi sono in prestito, non esiste struttura. La sua sede è ospitata a Milano presso i Frigoriferi Milanesi. I laboratori hanno durata variabile in base al progetto del Maestro, che viene coadiuvato da gruppi di collaboratori.
www.tam-tam-tam.org

ilVespaio
ilVespaio è un network di professionisti
che si occupano di ecodesign e sostenibilità a 360°.
ilVespaio analizza scarti di produzione aziendale o rifiuti di eventi, e studia soluzioni per trasformarli in merchandising, nuovi prodotti o allestimenti. Organizza workshop, laboratori, mostre didattiche e concorsi di idee su tematiche ambientali/sociali.
www.ilvespaio.eu

——–

23 Luglio - 2 Agosto 2015

Silvia Amodio
Deo Gratias

silvia-amodio.png Deo Gratias è un progetto fotografico nato per documentare le attività di cooperazione realizzata in collaborazione con l’Associazione Donne per le Donne, impegnata da oltre vent’anni in Burkina Faso, il terzo paese più povero al mondo, quello con il più alto tasso di analfabetismo e con l’aspettativa di vita che non supera i 50 anni. Eppure si respira aria di cultura e di tradizioni, il paese ospita un importante festival internazionale del cinema, compagnie teatrali, e importanti eventi musicali.

Il progetto di cooperazione nasce nel 1990 in collaborazione con la facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano e oggi sostiene principalmente le donne, la spina dorsale dell’Africa, intorno alle quali ruota l’economia familiare nelle zone rurali.

Il titolo di questa mostra, Deo Gratias, è stato preso in prestito dal nome dello studio fotografico che Bruce Vanderpuije ha aperto in Ghana nel 1922. Silvia Amodio, giornalista e fotografa ha raccontato questo luogo attraverso il ritratto, spostandosi dai clichè africani per concentrarsi sul singolo individuo. Ad un occhio attento e sensibile alcuni particolari rivelano molte informazioni: la religione, la classe sociale, la professione, una passione. Ha lavorato improvvisando un set al mercato, nelle strade, in luoghi affollati portandosi dietro un semplice telo che ha usato come sfondo per estrapolare dal contesto le persone. Il filo conduttore di questi volti è la fierezza, poveri sì, ma nella dignità.

Inaugurazione giovedì 23 luglio 2015, ore 19

Triennale di Milano
Viale Alemagna 6
Milano
http://www.triennale.org/it/

Orari: Lunedì - Domenica 10 – 23.
Ingresso libero

 

Aggiungi un commento

Compilate il modulo qui sotto per aggiungere i vostri commenti


TOP NEWS

maria-luisa-runti-telequattro-9-3-2018La giornalista triestina Maria Luisa Runti, ospite alla trasmissione televisiva “Sveglia Trieste” di Telequattro, andata in onda oggi 9 marzo 2018, commenta i risultati delle ultime votazioni politiche.

Guarda su YouTube »

Maria Luisa Runti

Tag
spettacolieventi
paesaggioballetto
pop artnatura
orchestraenglish
intervistepittura
premioarchitettura
recensioni

Cerca TAG

Eliconie su Facebook

Admin area
Traduttore

Advertising


ristrutturazioni trieste Edil AM

ULTIMI ARTICOLI:
Advertising


ristrutturazioni trieste Edil AM